l’Ozono

Cos’è l’Ozono

L’Ozono è un gas naturale composto da 3 atomi di Ossigeno (O3). Scoperto nel 1840 dal chimico tedesco Christian Friedrich Schönbein, è naturalmente presente nell’atmosfera dove è prodotto nella stratosfera dall’interazione dell’ossigeno con i raggi UV, mentre a quote più basse si forma per l’interazione dell’ossigeno atmosferico con le scariche elettriche ad alto potenziale dei fulmini.

A temperatura ambiente l’ozono è un gas incolore, più pesante dell’aria e caratterizzato da un tipico odore. È un gas molto instabile che tende a decomporsi in Ossigeno nel giro di pochi minuti dalla sua formazione. Per questo motivo l’Ozono non può essere immagazzinato ma deve essere prodotto contestualmente al suo utilizzo.

Per le sue caratteristiche chimiche l’Ozono è un potentissimo agente ossidante ed igienizzante, in grado di reagire violentemente con virus, batteri, protozoi, germi, microbi, funghi, lieviti, spore, muffe, parassiti, pollini, acari etc. contenuti nell’aria, nell’acqua e sugli oggetti di uso quotidiano, distruggendone i componenti macromolecolari che sono alla base dell’integrità vitale delle cellule ed eliminandoli fino al 99% o inattivandoli in modo da renderli innocui.

L’azione di tali microrganismi organici è inoltre responsabile dei cattivi odori presenti negli ambienti e nei tessuti, pertanto l’Ozono ha anche una efficacissima funzione deodorizzante.

Per queste sue qualità l’Ozono è un presidio ideale per il contrasto ad allergie, asma, difficoltà respiratorie, infezioni virali e batteriche, malattie della pelle, proliferazione di insetti e di microrganismi dannosi, nonché per il trattamento degli alimenti in sostituzione dei conservanti artificiali.

La sua estrema efficacia e la sua totale compatibilità ambientale (dopo pochi minuti l’Ozono si trasforma naturalmente in Ossigeno) lo rendono il miglior e più sicuro strumento naturale per la sanificazione, l’igienizzazione e la deodorizzazione, rendendo del tutto inutile il ricorso a detergenti ed altre sostanze chimiche.
In Italia l’utilizzo dell’Ozono nel trattamento dell’aria e dell’acqua è stato riconosciuto dal Ministero della Salute con prot. n. 24482 del 31 luglio 1996 quale “presidio naturale per la sterilizzazione di ambienti contaminati da batteri, virus, spore, muffe ed acari”. Il Comitato Nazionale per la Sicurezza Alimentare del Ministero della Salute con nota del 27 ottobre 2010 ha riconosciuto l’Ozono come “agente disinfettante e disinfestante nel trattamento dell’aria e dell’acqua”. Negli Stati Uniti d’America la FDA (Food and Drug Administration) con provvedimento del 26 Giugno 2001 ha ammesso l’impiego dell’ozono come “agente antimicrobico in fase gassosa o in soluzione acquosa nei processi produttivi”. L’utilizzo dell’Ozono è permesso come additivo alimentare secondario sicuro per la salute umana.

Si riportano di seguito alcune tabelle relative ai tempi di esposizione ed alle concentrazioni di Ozono necessarie per la distruzione/inattivazione di virus, batteri, funghi, spore, fermenti e protozoi ed un piccolo estratto della relativa bibliografia scientifica:

INATTIVAZIONE DI VIRUS E BATTERI CON OZONO
Organismo % di riduzione Tempo (min.) Concentrazione (mg/l) pH Temp. (°C) Mezzo di trasporto Tipo di reazione Commenti Referenze
Escherichia Coli 99,99 1,67 0,23 – 0,26 7 24 Ozone demand free water Completely mixed conti- nuous flow-through Farooq and Akhlaque (1983)
Legionella Pneumophila E221ADP  

99,997

 

20

 

0,32

 

7

 

24

Sterile distilled water Batch Edelstein et al. (1982)
Legionella Pneumophila E102A3EP 99,999 20 0,32 7 24 Sterile distilled water  Batch Edelstein et al. (1982)
Mycobacte- rium Fortuitum  

90

 

1,67

 

0,23 – 0,26

 

7

 

24

Ozone demand free water Completely mixed continuous flow-through Farooq and Akhlaque (1983)
Salmonella Typhimurium 99,995 1,87 0,23 – 0,26 7 24 Ozone demand free water Completely mixed continuous flow-through Farooq and Akhlaque (1983)
Escherichia Coli 99,9 19 Init. 2,2

Res. 0,08

7,5 18 Raw wastewater Continuous flow-through TSS 85 mg/l

COD 100 mg/l

Joret et al. (1982)
Fecal Streptococcus 99,6 19 Init. 2,2

Res. 0,08

7,5 16 Raw wastewater Continuous flow-through TSS 85 mg/l

COD 100 mg/l

Joret et al. (1982)
Escherichia Coli 99,998 0,16 0,51 7 20 Water Continuous flow-through Boyce et al. (1981)
Escherichia Coli 99 0,33 0,085 7,2 1 Water Batch Katzenelson et al. (1974)
Poliovirus type 1 (Mahoney) 99,7 1,67  0,23 – 0,26 7 24 Ozone demand free water Completely mixed continuous flow-through Farooq and Akhlaque (1983)
Poliovirus type 1 (Mahoney) 90 0,75 0,32 4,3 N.R. Water Completely mixed continuous flow-through Roy et al.
Coxackie- Virus B5 99,99 2,6 0,4 7,2 20 Activated sludge reactor effluent Batch TSS 12,5 mg/l

NH3 1,55 mg/l

BOD3 10,6

mg/l COD 37,2 mg/l

Harakeh and Butle (1985)
Poliovirus Type 1 99 20 0,2 7,2 20  Activated sludge reactor effluent Batch TSS 12,5 mg/l

NH3 1,55 mg/l

BOD3 10,6 mg/l    COD 37,2 mg/l

Harakeh and Butle (1985)
Poliovirus Type 1 99 0,25 0,5 7 24 N.R. N.R. Drinking Water and Health (1980)
Enterie Virus >98 19 Init.4,10 Res.0,08 7,8 18 Raw wastewater Continuous flow-through TSS 103 mg/l        COD 231 mg/l        TSS 12,5 mg/l Joret et al.(1982)
Echo Virus Type 1 99 10 0,26 7,2 20 Activated sludge effluent  Batch NH3 1,55 mg/l     BOD3 10,6 mg/l   COD 37,2 mg/l       TSS 12,5 mg/l Harakeh and Butle (1985)
Bacteriophage f2 80 10 0,1 7,2 20 Activated sludge effluent  Batch NH3 1,55 mg/l  BOD3 10,6 mg/l    COD 37,2 mg/l        TSS 12,5 mg/l Harakeh and Butle (1985)
Human Rotavirus 80 10 0,31 7,2 20 Activated sludge effluent  Batch NH3 1,55 mg/l   BOD3 10,6 mg/l   COD 37,2 mg/l Harakeh and Butle (1985)
Poliovirus Type 1 Sabin >97 0,16 0,21 7 20 Water Continuous flow-through 5TU.bentonit Boyce et al.
Coxackie A9 >96 0,16 0,035 7 20 Water Continuous flow-through 5TU.bentonit Boyce et al.
Bacteriophage f2 > 99,995 0,1 0,41 7 20 Water Continuous flow-through 5TU.bentonit Boyce et al.
INATTIVAZIONE DI FUNGHI SPORE E FERMENTI
Organismo % di riduzione Tempo (min.) Concentrazione (mg/l) pH Temp. (°C) Mezzo di trasporto Tipo di reazione Referenze
Candida Parapsilosis 99,6 1,67 0,23 – 0,26 7 24 Ozone demand free water Completely mixed continuous flow-through Farooq and Akhlaque (1983)
Candida tropicalis 99 0,3 0,02 7,2 20 Ozone demand free water Completely mixed continuous flow-through Kawamura et al. (1986)
Pencilium Roqueforti 99,06 0,45
Pencilium Expansum 99,06 0,36
Pencilium Digitarum 99,06 2,26
Aspergillus Glaucus 99,06 2,26
Aspergillus Flavus 99,06 2,45
Aspergillo Niger 99,06 9,1
Rhizopus Nigricans 99,06 6,06
Mucor Racemosus (A) 99,06 0,58
Mucor Racemosus (B) 99,06 0,58
Oospora Lactis 99,06 0,18
Saccharomyces 99,06 0,22
Saccharomyces Spores 99,06 0,29
Saccharomyces Cerevisiae 99,06 0,22
INATTIVAZIONE DI PROTOZOI CON OZONO
Organismo % di riduzione Tempo (min.) Concentrazione (mg/l) pH Temp. (°C) Mezzo di trasporto Tipo di reazione Ct (mg/min) L
  99 7,8 0,55 7 6 Water Batch 4,23
Naeglaria gruberi 99 2,1 2 7 5 Water Batch 4,23
99 4,3 0,3 7 25 Water Batch 1,29
99 1,1 1,2 7 25 Water Batch 1,29
  99 12,9 0,13 7 5 Water Batch 1,94
Glardia muria 99 2,8 0,7 7 5 Water Batch 1,94
99 9 0,03 7 25 Water Batch 0,27
99 1,8 0,15 7 25 Water Batch 0,27
  99 5,3 0,1 7 5 Water Batch 0,53
Glardia lamblia 99 1,1 0,5 7 5 Water Batch 0,53
99 5,5 0,03 7 25 Water Batch 0,17
99 1,2 0,15 7 25 Water Batch 0,17

Breve bibliografia:

  • The Application of Ozone Technology for Public Health and Industry, M. Franken
  • Use of Ozone to Reduce Bacteria and Moulds in the Air and on Surfaces, K. Klanova,A. Lajc˘ikova
  • Microbiological Aspects of Ozone Applications in Food: A Review, M.A. Khadre, A.E. Yousef , J.G. Kim
  • Ozone Decontamination of Bioclean Rooms, T. Masaoka, Y. Kubota et. al.
  • Bactericidal Effect of High Airborne Concentration on Escherichia coli and Staphylococcus aureus, Kowalsky et al.
  • Characteristics of the Bactericidal Effect of Ozone Gas on Pathogenic Bacteria in Hospitals, F. Sakae et al.
  • Demonstration of a Hermetic Airborne Ozone Disinfection System: Studies on E. coli, W.J. Kowalsky et. al
  • Ozone Disinfection of SARS-Contaminated Areas, Kenneth K. K. Lam 9